VIVERE IL CENTRO

i contributi

Contributo online di Adriano  

Data: 2021.03.10

“Avere la possibilità di rivivere il paese come una volta con tutti i negozi necessari per sentirsi indipendenti stando nel nostro meraviglioso paese”

Contributo online di Simone  

Data: 2021.03.14

“Centro discreto e pulito, non senza dimenticare il moderno ed il sostenibile. Pannelli solari sui tetti, infissi e quant'altro relativo alla efficienza energetica su municipio, biblioteca, cascina Maria e centro sportivo, servizi igienici pubblici in piazza del municipio, in corrispondenza del centro sportivo ed area mercato, anche in stazione\nuova area verde nelle vicinanze. Nelle stesse aree, fontanelle dell'acqua potabile. Marciapiedi e ciclabili per favorire la piccola mobilità verso il centro ed i suoi servizi. Parcheggi in zona Coop meglio disposti e aggiunta parcheggi motocicli. In zona stazione, parcheggio custodito (gestito da associazione sociale) per biciclette e motocicli, in quanto la stazione punto di accesso a Paderno.”

I pedoni da un Ariel View

Contributo online di Elisabetta  

Data: 2021.03.18

“La mia idea per il centro storico sarebbe di fare cinema all'aperto d'estate in piazza “

Contributo online di Chiara  

Data: 2021.03.19

“Organizzare più eventi come mercatini e mostre, creare associazioni che possano favorire la socialità, coinvolgere i negozi locali per proporre delle iniziative in paese (es. percorsi gastronomici, ecc.), promuovere eventi e idee attraverso un sistema di comunicazione diretta con i cittadini (whatsapp, facebook, social). Oltre ai servizi, offrire ai proprietari futuri e attuali del centro degli incentivi per abitare e ristrutturare, sia economici che anche con delle iniziative (es. premio per la facciata/corte/balcone più bello). Favorire maggiormente la circolazione ciclabile e pedonale nel weekend e la sera nel corso di eventi (vietando l'accesso a moto e auto). Creare strutture per incentivare la gente non solo a camminare ma anche a fermarsi nel centro favorendo l'aggregazione (panchine, tavoli esterni, aree dedicate a concerti, cinema, spettacoli, opere), creare degli spazi verdi come un parco, sarebbe bello passeggiare per il centro senza sentirsi "soffocare" dalle strade strette per esempio dipingendo le facciate con dei murales belli esteticamente che diano un senso di profondità e l'idea di camminare in uno spazio aperto, a Natale mettere degli addobbi e abbellire le facciate con delle proiezioni di luce (come avviene in centro Merate), installare dei dissuasori per piccioni e rimuovere le strutture dove si appoggiano. Fare un'analisi dei negozi di servizi utili/essenziali che non sono presenti in paese ed incentivarli per fare in modo che gli abitanti non siano costretti a spostarsi nei paesi vicini per fruirne, nel contempo evitare di mettere troppi negozi che vendono la stessa tipologia di articoli/servizi (visto che il paese è piccolo è inutile avere troppe attività che si fanno concorrenza fra loro), i bar, ristoranti, gelaterie, associazioni per il tempo libero dovrebbero essere incentivati per favorire l'aggregazione. Concentrare i parcheggi nelle aree adiacenti ma al di fuori del centro storico.”

Contributo online di Micky

Data: 2021.04.03

“Oltre che a rendere le vie del centro pedonali soprattutto nel weekend, organizzare più spesso eventi di aggregazione come fiere a tema (per esempio campagnola per dare risalto alle attività del luogo come il maneggio o agricoltori che vendono prodotti in autonomia, o prodotti del mulino, ecc. O per esempio sportive), eventi musicali, pic nic urbani nei parchi, attività per bambini, ecc”

Contributo offline di Chiara  

Data: 2021.03

“Vivere in centro ha sicuramente i suoi vantaggi non ultimo la possibilità di poter fare passeggiate nel verde partendo direttamente da casa , amo lo sport, runnig, camminate. Andrebbe limitato  il traffico di “attraversamento” e curata maggiormente la pulizia . Sarebbe bello ricavare più aree verdi dove possibile”

Contributo offline di Motta Editta  

Data: 2021.03

“La mia idea di vivere il centro è : una via centrale libera dalla sporcizia, un po' di ristrutturazione degli edifici, qualche panchina e un albero anche nella piazzetta antistante la coop e un percorso ciclopedonale in centro”

Contributo online    

Data: 2021.05.12 

“Mi piacerebbe che il centro storico avesse una sua identità oltre che storica di impatto visivo per il turista. Ovvero se ci fosse la possibilità di fare dei murales fatti da artisti sulle facciate delle case dove si ripercorre attraverso delle tematiche la storia del paese. “

Contributo offline di CE71 

Data: 2021.04

Ho molto riflettuto sull’ambizioso obiettivo che questa Amministrazione si sta dando. Penso però che senza il coinvolgimento dei proprietari delle abitazioni e dei negozi del Centro Storico il rischio è quello che tutto si riduca a qualche panchina e a qualche fioriera in più. Io sogno un “centro” che possa diventare il “Cuore vivo” del Paese, spazio di concretizzazione di tutte le energie positive che girano tra le persone ma che non trovano spazio e occasione per manifestarsi e concretizzarsi. Io sono convinta che ognuno di noi ha una “passione”, un interesse, un hobby, un sogno nel cassetto per il quale si spenderebbe volentieri.

Penso agli sport (praticati o solo “tifati” – e non solo il calcio!) la fotografia, l’infinito ambito delle arti: musica (da ascoltare o da fare) pittura, scultura ecc., il cucito, ricamo, knitting ecc., la cucina, pasticceria ecc., i giochi di società (per tutte le età), il giardinaggio e l’orto, il modo “pet” e chissà quant’altro;

Ecco se per ognuno di questi “argomenti” si trovasse uno “spazio” (tipo uno dei negozi dismessi) che possa diventare il luogo d’incontro per gli appassionati, dove trovarsi a parlare, sperimentare, costruire, condividere, organizzare eventi, ecco che metà del Centro Storico si troverebbe già più VIVO e VITALE.

Sicuramente le sere in settimana, i weekend ci sarebbe movimento, attività, proposte.

Essendo (almeno all’inizio) tutte attività senza scopo di lucro (non commerciali) l’unico modo per favorirne la partenza è quello di alleggerirle dalle spese/tasse. Quindi detassare i proprietari che si impegnano a cedere gli ex negozi in comodato al Comune che a sua volta li cede gratuitamente a gruppi di persone (NON PER FORZA ASSOCIAZIONI) che si impegnano (in via sperimentale per 1 anno) ad attivarsi per far partire micro-progetti di attività.

Credo che riqualificare il Centro Storico debba per forza passare da tutti   gli spazi che lo costituiscono, coinvolgendo il maggior numero possibile di persone perché non restino semplici “aspettative” o “fruitori” di un cambiamento ma ne diventino protagonisti attivi.

In questo modo, insieme alla rinascita del Centro Storico è possibile aspirare ad una autentica rinascita del Paese, con una riappropriazione dei cittadini dei suoi spazi e dei suoi tempi di “comunità”.

Contributo online di Le Rose Guglielmo   Data:2021.04

Promuovere incontri, visite guidate, studi sfruttando la bellezza del ponte. ne beneficerebbero anche attività commerciali, bar, ristoranti.

- La Cascina Maria non è valorizzata; spazi poco utilizzati 

- le corti dedl centro storico sono spesso degradate. Finanziare riqualificazione e promuovere all'interno iniziative culturali / storiche / foto antiche / feste Gastronomiche con cibi di una volta 

_lo spazio giochi dei bambini è limitato. Es. lo spazio a destra della biblioteca non è ben sfruttato, lo stesso spazio tra il Comune e la Biblioteca è squallido.

_ in conclusione si dovrebbe nominare un assessore alla qualità (decoro) di Paderno che elabori progetti e ricerchi finanziamenti per realizzare le opere.